Škoda Karoq

L'Ucraina sta sviluppando uno "sciame di droni" in grado di attaccare senza intervento umano

L’Ucraina sta sviluppando attivamente uno sciame di droni composto da un massimo di sette dispositivi dotati di intelligenza artificiale. Questi droni possono operare in modo autonomo e interagire tra loro per effettuare attacchi e monitorare il nemico. Uno degli sviluppatori, Serhiy Krupienko, ha notato che si tratta di un evento simile all'avvio di un motore a vapore nello stabilimento molti anni fa.

"Il nostro obiettivo principale è sostituire gli esseri umani con i robot nelle operazioni di combattimento. Lo "sciame di droni" è in grado di comunicare tra loro e decidere chi di loro attaccherà e chi raccoglierà informazioni. Accadrà più velocemente di quanto potrebbe fare una persona", ha sottolineato Krupienko.

È fiducioso che la combinazione di droni e intelligenza artificiale definirà il futuro della guerra allo stesso modo in cui lo facevano un tempo i carri armati, le comunicazioni radio e gli aeroplani. Secondo Krupienko, l'Ucraina sta ora diventando un "banco di prova per nuovi tipi di armi" che vengono testate direttamente in condizioni di combattimento contro un potente nemico.

Questo progetto è diventato realtà grazie agli investimenti esteri. Krupienko ha ricevuto finanziamenti da una fondazione americana, con il sostegno di Eric Schmidt, ex dirigente Google. È stato inoltre concluso un accordo di partnership con un produttore britannico di droni.

Oltre al Krupienko Design Bureau, diversi altri laboratori in Ucraina stanno lavorando su uno sciame di droni IA. Se i droni sono già considerati un’arma di ieri, allora combattere l’intelligenza artificiale può diventare una vera svolta.

Condividi
Oleksii Diomin

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con*