Škoda Karoq

Webb festeggia il primo anniversario: le 7 migliori immagini dal telescopio

Telescopio spaziale del nome James Webb è una nuova era nell'astronomia moderna. Lanciato il 25 dicembre dello scorso anno e pienamente operativo da luglio, ora offre agli scienziati uno sguardo sull'universo che prima era inaccessibile. Come Hubble, Webb è nello spazio, quindi può scattare foto con dettagli sorprendenti.

Tuttavia, mentre Hubble è in orbita attorno alla Terra a un'altitudine di 540 km, Webb si trova a una distanza di 1,5 milioni di km, ben oltre la Luna. Da questa posizione, può raccogliere la luce dall'intero universo nella parte infrarossa dello spettro. Questa capacità, insieme a uno specchio più grande, rivelatori all'avanguardia e molti altri strumenti, consente agli astronomi di scrutare le prime ere dell'universo. Webb è in grado di studiare le sorgenti luminose fin dai tempi più antichi, quasi 14 miliardi di anni fa.

Hubble continua ad essere un grande strumento scientifico e può vedere a lunghezze d'onda ottiche. Ma Telescopio Webb può vedere molto più lontano nell'infrarosso con maggiore sensibilità e chiarezza. E grazie alle seguenti immagini, dimostra le sue incredibili capacità.

Spitzer contro MIRI

Questa immagine mostra parte dei Pilastri della Creazione nell'infrarosso. A sinistra c'è una foto scattata dal telescopio Spitzer, a destra - il lavoro di Webb. Il contrasto in profondità e risoluzione è impressionante.

Questa prima immagine, scattata mentre tutte le fotocamere erano a fuoco, dimostra chiaramente il cambiamento nella qualità dei dati che Webb fornisce rispetto ai suoi predecessori.

La prima immagine di un ammasso di galassie

L'ammasso di galassie dal nome prosaico SMACS J0723.3-7327 è stata una buona scelta per le prime immagini a colori rilasciate da Webb. Il campo è pieno di galassie di tutte le forme e colori. La massa combinata di questo vasto ammasso di galassie, a più di 4 miliardi di anni luce di distanza, deforma lo spazio in modo tale che la luce proveniente da fonti distanti sullo sfondo viene allungata e ingrandita, un effetto noto come lente gravitazionale.

Le galassie sullo sfondo possono essere viste come linee e archi. Sono anche impressionanti nelle immagini di Hubble (a sinistra), ma l'immagine nel vicino infrarosso di Webb (a destra) rivela una ricchezza di dettagli aggiuntivi, tra cui centinaia di galassie lontane.

Il quintetto di Stefan

Queste immagini mostrano uno spettacolare gruppo di galassie noto come "Stefan Quintet". Questo gruppo è stato a lungo di interesse per gli astronomi che studiano l'interazione gravitazionale delle galassie in collisione. Sulla sinistra c'è un'immagine di Hubble e sulla destra c'è un'immagine Webb nella gamma del medio infrarosso.

Nell'immagine di Hubble, possiamo vedere alcune luminose regioni di formazione stellare, ma solo con l'aiuto di Webb si rivela l'intera struttura delle galassie.

Pilastri della creazione

Questa è una delle immagini più famose di tutta l'astronomia, scattata da Hubble nel 1995. Ha dimostrato le straordinarie capacità del telescopio spaziale.

Mostra область nella Nebulosa Aquila, dove gas e polveri interstellari creano lo sfondo per la formazione di nuove stelle. Ma l'immagine a destra è stata scattata con la Near Infrared Camera (NIRCam) di Webb e dimostra un altro vantaggio della tecnologia: la capacità di scrutare attraverso la polvere e vedere cosa c'è dentro e dietro.

Formazione di una protostella

Abbiamo già parlato di questo evento in precedenza detto. La foto mostra l'atto della creazione galattica all'interno della Via Lattea. Questa struttura a forma di clessidra è una nube di polvere e gas che circonda una stella in via di formazione, una protostella chiamata L1527.

Visibile solo nell'infrarosso, un "disco di accrescimento" di materiale in caduta (barra nera al centro) consentirà alla protostella di guadagnare massa sufficiente per avviare la fusione dell'idrogeno, e quindi nascerà una nuova stella. Nel frattempo, la luce della stella ancora in formazione illumina il gas sopra e sotto il disco, conferendogli una forma a clessidra.

Giove nell'infrarosso

La missione di Webb è quella di immaginare le galassie più lontane dall'inizio dell'universo, ma può anche guardare parti distanti del nostro sistema solare. Ad esempio, questa immagine di Giove nel vicino infrarosso è un ottimo esempio di come scrutiamo la struttura nuvolosa del gigante gassoso e vediamo le aurore ai poli nord e sud.

Un'immagine del genere era difficile da ottenere a causa del rapido movimento di Giove nel cielo rispetto alle stelle ea causa della sua rapida rotazione. Questo successo ha dimostrato la capacità del telescopio Webb di seguire estremamente bene oggetti astronomici complessi.

Galassia fantasma

Queste immagini del cosiddetto Galassia fantasma, o M74, dimostrano le capacità di Webb non solo come il più nuovo e il più grande degli strumenti astronomici, ma anche come preziosa aggiunta ad altri strumenti. L'immagine al centro combina la luce visibile di Hubble con l'infrarosso di Webb, mostrando come luce stellare, gas e polvere si combinano per formare questa magnifica galassia. Gran parte dei dati scientifici di Webb è pensata per essere combinata con i dati ottici di Hubble e altre immagini per sfruttare questo principio.

I risultati di Webb non finiscono qui, iniziano solo. Presumibilmente, la capacità di questo telescopio di guardare così lontano nell'universo ci permetterà di rispondere alla domanda su come siamo diventati. Quindi ci sono molte altre scoperte e immagini in arrivo, e saranno sicuramente entusiasmanti.

Puoi aiutare l'Ucraina a combattere contro gli invasori russi. Il modo migliore per farlo è donare fondi alle forze armate ucraine attraverso Salva Vita o tramite la pagina ufficiale NBU.

Condividi
Svitlana Anisimova

Maniaco dell'ufficio, lettore pazzo, ama qualsiasi cosa con farina, zucchero e una linea d'amore. Sono un piacere colpevole all'80%.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con*